Tra 15 secondi avverrà un redirect automatico alla nuova pagina. Se non vuoi aspettare clicca qui.

Beauty, fashion and food: Un appuntamento immancabile - Sagra del Frico di Carpacco [Lifestile]

martedì 23 agosto 2016

Un appuntamento immancabile - Sagra del Frico di Carpacco [Lifestile]


Oggi vorrei fare un post su un evento dedicato al cibo: la 'Sagre dal frico'.
La sagra si svolge a Carpacco, un piccolo paese in provincia di Udine e quest'anno è arrivata alla sua 35° edizione. 


Ma che cos'è il frico?
Il frico è un piatto tipico del Friuli ed è originario della Carnia,  La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino (cuoco del Patriarca di Aquileia Lodovico Trevisan)del 1450.
Il Frico può essere principalmente di due tipi, quello friabile e quello morbido. Quello friabile viene preparato solo col formaggio Montasio o Latteria messo a friggere nel burro o olio, diventa una frittella croccante che può essere spezzettata e usata come aperitivo o accompagnamento ad altri piatti.
Quello morbido viene fatto con cipolle, patate e formaggio Montasio o Latteria più o meno stagionato a seconda dei gusti e delle località dove viene preparato.
Quest'ultimo tipo di Frico può venire aromatizzato in varie maniere, esiste il Frico alle erbe, alle pere, alle noci e via dicendo ma quello che preparano in sagra è quello classico, semplice, quello di Carpacco appunto. Io stessa mi sono cimentata, seguendo la ricetta che trovate QUI, nella preparazione del frico e devo dire che mi è venuto anche piuttosto bene, se volete vedere come l'ho fatto vi invito a leggere il POST sul mio blog di cucina.


In queste foto si possono vedere all'opera i maestri 'fricaioli' che spadellano ogni giorno centinaia di porzioni di frico.





Come ogni prodotto d'eccellenza del nostro paese anche il Frico di Carpacco vanta tentativi di imitazione ma come riconoscere il vero Frico di Carpacco dalle imitazioni? Per prima cosa questo frico non viene venduto confezionato ma si può gustare solo alla sagra o nelle manifestazioni dove
partecipano i 'fricaioli' e poi basta cercare il marchio depositato e cioè la mucca blu!


Ovviamente come ogni sagra di paese che si rispetti, alla Sagra del Frico potete assaporare anche grigliate di carne, polenta e dolci vari. Non può mancare una offerta variegata di birre e anche degli ottimi vini di produzione locale.
Va da se che tutti gli ingredienti delle pietanze servite sono freschi e vengono cotti al momento. Ottimo esempio di sagra genuina a km 0.

(le patatine fritte erano molte di più ma mio marito aveva già cominciato a mangiare quando sono riuscita a fare la foto)

Per allietare gli avventori ogni sera si esibisce una orchestra spettacolo che invita a scendere in pista a ballare con musica italiana e liscio. 
Il giorno di Ferragosto si è anche svolto il 7° Vespa raduno che con il suo carosello variopinto, allegro e rumoroso ha invaso improvvisamente il piazzale adibito a pista da ballo.



Ma parliamo anche un po' di me? Come mi sono vestita e truccata? niente di esagerato anzi un normale outfit 'no brand' casual ma con un pizzico di stile infatti i bordini rosa della maglietta erano intonati al rossetto 'Fragore' di Antos Cosmesi. Ho usato la crema solare di Bioearth per il viso e poi un velo di cipria per opacizzare le zone strategiche. Sugli occhi ho applicato un ombretto bianco opaco e ho evidenziato il contorno con la matita 'rouge noir' di Chanel (anche se il riflesso degli occhiali fa apparire la riga quasi blu, fidatevi è rouge noir). Mascara nero e voilà, pronta!




E ora finalmente SI MANGIA!!!

1 commento:

FACCIO PARTE DEL BLOG