Tra 15 secondi avverrà un redirect automatico alla nuova pagina. Se non vuoi aspettare clicca qui.

Beauty, fashion and food: NABLA Ombretti e Diva Crime - Swatches e recensione [beauty]

sabato 15 agosto 2015

NABLA Ombretti e Diva Crime - Swatches e recensione [beauty]



Ciao! finalmente riesco a scrivere questo post sul brand Nabla e sui suoi prodotti di make up che posseggo.
Inanzitutto vorrei spendere due parole su Nabla, marchio che io non conoscevo finché non ho iniziato a interessarmi ai prodotti ecobio. No, Nabla non è del tutto bio ma i suoi prodotti non contengono siliconi, petrolati, ftalati, oli minerali, paraffina e edta. Nel caso siano presenti ingredienti 'rossi' sono chiaramente specificati sul sito nella descrizione del prodotto. Questo lo dico per rispondere a chi aveva alimentato una sterile polemica sul fatto che Nabla si fa passare per bio quando non lo è. Beh ciò non è affatto vero anzi è un brand che fa della trasparenza uno dei suoi punti di forza e non ha mai millantato certificazioni tranne la 'cruelty free' che però è obbligatoria in Italia dal 2013.

Della ultima collezione 'Butterfly Valley' uscita in luglio non ho potuto esimermi dall'acquistare due ombretti e un rossetto anche se avrei voluto prendere altri pezzi e chissà che non lo faccia nell'immediato futuro.


Degli otto ombretti presenti ho comprato Babylon, un color verde petrolio con finish bright quindi luminoso e con riflessi che ricordano il verde smeraldo, il sottobosco fino al colore intenso del mare.
Bellissimo per creare smoky eyes e per evidenziare l'angolo esterno dell'occhio.


Il secondo colore che ho preso è Clementine, un altro bright molto luminoso che riflette la luce e illumina tantissimo lo sguardo. Ha un color mandarino tendente all'oro, solare, allegro e luminoso, adatto per illuminare make up cupi o da usare in maniera azzardata insieme a colori classici.


Ed è così che li ho usati io, stendendo Clementine su tutta la palpebra mobile e Babylon sull'angolo dell'occhio e sotto la rima cigliare inferiore. Ho completato con un ombretto neutro tendente al verde usato come colore di transizione e tanto mascara. Ho cercato anche di creare una riga sul bordo delle ciglia superiori usando Babylon bagnato ma non possiedo ancora la giusta manualità, l'idea comunque mi sembrava buona. Entrambi gli ombretti mi sono piaciuti perché sono facili da stendere e sono stratificabili per rendere più o meno intenso il colore. Non sfarinano e non fanno fallout. La durata non è delle migliori, con il primer (o con una base) personalmente già dopo cinque ore Babylon inizia a sbiadire e Clementine perde luminosità.


Con queste due cialdine nuove ho completato la mia prima palettina Liberty da 6. Anche la palette è targata Nabla, è calamitata, è in cartone molto resistente e il coperchio ha una pratica finestra in materiale trasparente. Ed è rosa... la adoro!


A questo punto vi faccio una veloce carrellata delle altre cialde che già possedevo.
Daphne 2 è un bright luminosissimo. Appena steso ha un bel color bordeaux che vira sul borgogna con riflessi ramati. Purtroppo ne sono rimasta un po' delusa perché i fantastici riflessi presenti, dopo la stesura vanno a sbiadirsi in poche ore. Il colore predominante allora diventa il marrone, spento e insipido. Peccato.


Lazy days, un bright anche lui, è un pesca molto luminoso grazie ai microglitter che contiene al suo interno, usato da solo da il meglio di se e io adoro il suo colore caldo e 'accogliente'. Ha un difetto, i microglitter tendono a cadere e fare fallout, tenete a portata di mano un pennellone per ripulire le guance.


Madreperla è un duochrome con finish satin, visto sul braccio non dice nulla ma applicato sull'occhio ha una resa strepitosa, il suo colore beige di base esplode in riflessi che vanno dal rosa al verde, è un ombretto che da il meglio sovrapposto ad altri ombretti o su base nera dove fa uscire tutti suoi bagliori.


Rust è il mio preferito, lo ammetto. Un bright caldo, color ruggine che ha quasi un aspetto metallico, una colata di rame, un colore sensuale che rende lo sguardo affascinante.


Ecco i colori della mia palette, che ne pensate? vi piacciono?


Tutti gli ombretti Nabla vengono venduti in cialde da 2,5 g si possono trovare o in refill o in scatoline monocolore. Sono vegan e cruelty free.
INCI:
MICA**, TALC**, DIISOPROPYL SEBACATE (di origine vegetale)*, SQUALANE**, ZINC STEARATE**, TOCOPHEROL**, PRUNUS ARMENIACA KERNEL OIL**, MACADAMIA TERNIFOLIA SEED OIL**, BENZYL ALCOHOL*, DEHYDROACETIC ACID* 
Possono contenere i seguenti coloranti cosmetici:
CI 77891 / TITANIUM DIOXIDE**, CI 77491 / IRON OXIDE**, CI 77492 / IRON OXIDE**, CI 77499 / IRON OXIDE**, CI 77510 / FERRIC FERROCYANIDE*, CI 77007 / ULTRAMARINES*, CI 77288 / CHROMIUM OXIDE GREEN*, CI 77289 / CHROMIUM HYDROXIDE GREEN*, CI 77742 / MANGANESE VIOLET**, CI 15850 / RED 6 LAKE*, CI 15850 / RED 7 LAKE**, CI 19140 / YELLOW 5 LAKE*

E passiamo ora ai rossetti Diva Crime.
Vengono venduti in un tubetto molto elegante color ottanio specchiato, sono piuttosto piccoli a dispetto dei 4,2 gr. che contengono. Il finish è opaco, vellutato e setoso. Molto scriventi già alla prima passata, li applicate e ve ne dimenticate perché sono confortevolissimi. Non seccano la pelle e la loro durata è variabile (attorno alle 6/5 ore), i colori scuri stranamente tendono a rimanere sulle labbra più a lungo che quelli chiari.
Io ne possiedo tre della collezione permanente e uno della nuova collezione.



Panta rei è un colore molto particolare perché varia molto da persona a persona. Di base è un rosato neutro con una punta di rosso che nel mio caso esce prepotente rendendo il colore caldo e avvolgente, quasi sensuale. E' un colore che si presta a ogni tipo di make up.
Ombre rose invece è decisamente un rosa antico con una punta di grigio che lo fa virare al malva, è un colore molto romantico e discreto adatto sia per un look fresco e giovane che a smorzare un make up dai toni forti.





Alter ego è il mio preferito anche se ci ho pensato molto prima di prenderlo vista la forte componente di fucsia presente. In realtà ha un bel color amarena che smorza un po' la parte fredda, è avvolgente e rende le labbra voluttuose. Nonostante il colore forte è molto facile da stendere e rimane nei bordi senza insinuarsi nelle pieghe delle labbra.
Sono riuscita a farlo durare 8 ore mangiando e bevendo e ha avuto bisogno solo di una ritoccatina nel centro a metà giornata. Lo adoro!



Ultimo arrivato è Beverly, appartenente alla collezione Butterfly Valley. In questa collezione è anche presente una seconda scelta, Balkis che è un nocciola rosato molto bello ma che somiglia troppo ad alcuni rossetti che già possiedo quindi non l'ho acquistato.
Beverly al primo sguardo somiglia molto a Alter ego anche se poi, sulle labbra è molto diverso. Più tendente al rosso, con una punta di bianco che ne raffredda un po' i toni, rimane comunque una tonalità calda e seducente.




INCI dei rossetti:
HYDROGENATED POLYISOBUTENE*,  ETHYLHEXYL PALMITATE*, SILICA**, DISTEARDIMONIUM HECTORITE*, CANDELILLA CERA (EUPHORBIA CERIFERA (CANDELILLA) WAX)**,POLYETHYLENE*, PENTAERYTHRITYL TETRAISOSTEARATE*, ISODODECANE*, MICA**, CAMELLIA JAPONICA SEED OIL, PROPYLENE CARBONATE*, TOCOPHERYL ACETATE**, PARFUM 
Può contenere i coloranti cosmetici
CI 77891**, CI 77491**, CI 77492**, CI 77499**, CI 15850*, CI 45410*, CI 42090, CI 19140* 

E questa è la mia esperienza con i prodotti di make up Nabla, a onor di cronaca devo citare anche la matita Magic pencil che però avrà un post tutto suo appena la testerò in tutte le sue molteplici funzionalità.
Vi lascio al video con le spiegazioni e gli swatches. Al prossimo post.


video

Nessun commento:

Posta un commento

FACCIO PARTE DEL BLOG